Denuncia di ISMAELL a Marco Marzaduri – 03 Settembre 2020

ISMAELL OPERATORE ESOTERICO

Denuncia di Ismaell a Marco Marzaduri

Studio Esoterico Cornelio – 03 Settembre 2020

Esperienza personale con mago Cornelio – testimonianza

Opinioni – Recensioni – Testimonianze – Esperienze – Inchiesta – Accertamenti – Analisi

NUOVA DENUNCIA A MARCO MARZADURI
TITOLARE DELLO STUDIO ESOTERICO CORNELIO

per il reato previsto e punibile dall’art. 595 c.p. (diffamazione aggravata) e 640 c.p. (truffa)

PROCURA DELLA REPUBBLICA

PRESSO IL TRIBUNALE DI UDINE

ATTO DI DENUNCIA QUERELA

Ill.mo Signor P.M.,

da anni (2011) il sottoscritto svolge la professione di consulente operatore esoterico con lo pseudonimo di ISMAELL, pubblicizzando la sua attività in rete (GOOGLE) con regolare partita IVA e denunciando regolarmente ogni anno i propri redditi.

Nel corso degli ultimi mesi lo scrivente ha depositato numerose denunce nei confronti del signor MARZADURI MARCO ROBERTO MARIA, il quale, cercando di annientarmi dal punto di vista commerciale, ha posto in essere reiterate condotte illecite che sono state tutte tempestivamente segnalate alla magistratura inquirente.

Nessuno ad oggi ha posto un blocco all’attività criminosa del Marzaduri il quale, indisturbato, continua a reiterare nei miei confronti condotte palesemente diffamatorie.

Ultimamente, con il fine evidente di danneggiarmi (peraltro riuscendovi) il Marzaduri ha fatto numerose istanze a Google tra le quali quella del 25 giugno 2020 nella quale scriveva falsamente e con evidente fine diffamatorio quanto segue : ” Il materiale del sito su cui punta il dominio “ismaell.net” è copyright di mia proprietà e da me esclusivamente realizzato e di cui ne ho i diritti d’autore come potete vedere da certificato al link: https://www.digiprove.com/display_certificate.aspx?id=P1326979

Premesso che il certificato di cui sopra è stato ottenuto da un sito, www.digiprove.com, sito nel quale è possibile registrare contenuti di qualsiasi tipo senza controllo alcuno sulla verità delle affermazioni proposte, il Marzaduri in pari data, dopo essersi registrato, si appropriava del copyright del mio sito “ismaell.net” da me creato nel 2011, dichiarando (falsamente) e certificando che tale sito fosse invece stato realizzato da lui. Ne vantava quindi il copyright e i diritti d’autore presentando come prova il certificato creato nello stesso giorno

Tale iniziativa, con altre dichiarazioni mendaci per le quali si è già presentato altra querela, comportava l’oscuramento del mio sito (tutt’oggi inattivo) con ingenti danni per il sottoscritto.

E’ chiara e manifesta, se non fosse ancora evidente, la volontà e l’intenzione di diffamare il sottoscritto, denigrandolo quanto più possibile per danneggiarlo sotto ogni aspetto, anche perché tali segnalazioni divengono automaticamente di pubblico dominio (www.lumendatabase.org).

Il sottoscritto non ha altri mezzi per tutelarsi se non controbattere a ogni condotta illecita del Marzaduri con il deposito di un atto di denuncia (questa è l’ennesima!). Ritengo infatti che ogni singola condotta che questo soggetto criminale ponga in essere nei miei confronti meriti l’attenzione della magistratura inquirente nella speranza che quanto prima detta Autorità metta fine a tale attività illecita.

Stiamo riferendo di un soggetto che millanta lauree, diplomi e specializzazioni mai conseguite, di un soggetto che non ha esitato a redigere e/o comunque utilizzare documenti intestati a Tribunali e Procure evidentemente mendaci. Né altrettanto complessa è la verifica della mia biografia penale al fine di appurare se quanto il Marzaduri riporti nei propri siti rappresenti un dato oggettivo o sia frutto (come è) di una precisa campagna denigratoria con lo scopo di rovinare il sottoscritto del punto commerciale, personale e sociale.

Da oltre 1 ANNO il Marzaduri lede liberamente e impunemente al mio onore e al mio decoro accusandomi di reati gravi del tutto inventati. Lo scrivente sta subendo ingentissimi danni economici e soprattutto danni all’immagine dopo anni di carriera nella quale alcun cliente ha mai ritenuto di muovere censure, doglianze o lamentele di un qualche tipo. Oggi questo soggetto continua indisturbato nella propria personale guerra che ha intrapreso con lo scrivente, guerra peraltro preannunciata con una farneticante mail nella quale lo stesso intimava la sottomissione dello scrivente al suo volere pena l’inizio di una serie di condotte dirette alla “distruzione” della persona del Diego Collavino Brusutti, fatto peraltro puntualmente verificatosi. Questo il testo della mail stile “cosa nostra“del 20.02.2020: ”Gentile Diego Collavino Brusutti, Se lei si fosse limitato alla prima parte della mail avrei acconsentito. Ma come sa o forse non si è accorto il settore esoterico è mio. Per lei potrà esserci ancora posto se entreremo in rapporti cordiali ovvero se riconosce la mia autorità. Lei non può mettersi di minacciare me, non ne ha il potere ne ha strumenti di ricatto diversamente da me. …omissis…)

Il sottoscritto, esasperato da questa situazione che pare non avere termine, richiede un intervento della S.V. anche da un punto di vista cautelare con un sequestro preventivo di tutti i siti riconducibili al Marzaduri Marco e alla Cornelio LTD, CHE SONO IN RETE E DIFFAMANO 24 ORE SU 24 E OGNI GIORNO IL SOTTOSCRUTTO SENZA CHE NESSUNO FACCIA QUALCOSA.

PQM

Il sottoscritto Diego Collavino Brusutti presenta formale atto di denuncia e querela nei confronti di MARZADURI MARCO ROBERTO MARIA, e/o terzi soggetti per il reato di cui all’art. 595 – 640 c.p.. e/o per quant’altro la S.V. riscontrasse di penalmente rilevante, nei fatti sopra decritti.

Chiedo che la S.V. Voglia richiedere la chiusura dei siti collegati al Marzaduri Marco Roberto Maria e alla società Cornelio LTD siti attraverso i quali continua indisturbato a perpetrare i propri crimini.

Con riserva di costituzione di parte civile.

Udine, 03 settembre 2020

Se sei alla ricerca di nuovi documenti su esperienze o inchieste sullo Studio Esoterico Cornelio, queste pagine poterebbero soddisfare la tua curiosità.

Meglio informarsi prima che piangere poi