Denuncia di ISMAELL a Marco Marzaduri – 10 Giugno 2020

ISMAELL OPERATORE ESOTERICO

Denuncia di Ismaell a Marco Marzaduri

Studio Esoterico Cornelio – 10 Giugno 2020

Esperienza personale con mago Cornelio – testimonianza

Opinioni – Recensioni – Testimonianze – Esperienze – Inchiesta – Accertamenti – Analisi

NUOVA DENUNCIA A MARCO MARZADURI
TITOLARE DELLO STUDIO ESOTERICO CORNELIO

per il reato previsto e punibile dall’art. 595 (diffamazione aggravata e continuata)

Premesso che nel corso degli ultimi mesi lo scrivente ha depositato numerose denunce nei confronti del signor MARZADURI MARCO ROBERTO MARIA, concorrente del sottoscritto, il quale, cercando di annientarmi dal punto di vista commerciale, ha posto in essere reiterate condotte illecite che sono state tutte tempestivamente segnalate alla magistratura inquirente, nella giornata di venerdì u.s. digitando il mio nome d’arte “Ismaell” su qualsiasi motore di ricerca gestito dal Marzaduri, si apriva un pop – out (all.1) nel quale si legge: “Siamo costretti a mettere questo avviso con riluttanza per via dei tentativi continui estorsivi del proprietario del sito Ismaell.net che da mesi sta diffamando al fine di richiedere somme di denaro, essendo noi il principale studio esoterico del mondo e l’unico autorizzato, Il Diego Collavino Brusutti vuole calunniarci al fine dell’estorsione. Tale soggetto che come sopraindicato si chiama Diego Collavino Brusutti alias finto Ismaell un sedicente mago truffatore già ai domiciliari per spaccio di droga. E infatti coadiuvato da tale Graziano Menghi narcotrafficante di Rimini e San Marino, e altra gente folle e criminale crede che Noi crediamo alle loro farneticazioni, calunnie ed estorsioni. Trovate tutte le prove al link del nostro sito: https://www.studioesotericocornelio.com/risposta-alla-diffamazione-contro-di-noi/

Non può revocarsi in dubbio che quanto affermato dal Marzaduri nel pop – out sopra citato integri il reato di diffamazione. Egli, col chiaro intento di ledere il mio decoro professionale, il mio onore e screditare la mia figura tanto sotto il profilo umano quanto sotto quello professionale, afferma fatti del tutto inveritieri. Lo scrivente non è sottoposto ad alcuna misura cautelare personale (né lo è mai stato), né tanto meno risulta sottoposto a procedimenti penali per traffico o spaccio di sostanze stupefacenti, né tanto meno ha mai avuto a che fare con tal Graziano Menghi o con i soggetti definiti “folli e criminali” dall’querelato, né tanto meno ha mai truffato i propri clienti.

Ritengo anche che la S.V. dovrà verificare presso le Procure di Catania e/o Roma se questo soggetto, come sostiene, abbia effettivamente sporto denunce per asserite estorsioni commesse nei di lui confronti. Così stessero le cose, ad avviso di chi scrive, dovrà contestarsi al Marzaduri anche il più grave reato di calunnia atteso che mai il sottoscritto ha posto in essere nei confronti di tale soggetto, di persone a lui vicine o più in generale del suo studio atti diffamatori o di altra natura a fini estorsivi.

Si rappresenta alla S.V. che la situazione in essere non è davvero più sostenibile.

Il Marzaduri da mesi continua in questa campagna pesantemente e gravemente denigratoria nei confronti dello scrivente, il quale sta subendo ingentissimi danni economici e soprattutto danni all’immagine dopo anni di carriera nella quale alcun cliente ha mai ritenuto di muovere censure, doglianze o lamentele di un qualche tipo. Oggi questo soggetto continua indisturbato nella propria personale guerra che ha intrapreso con lo scrivente, guerra peraltro preannunciata con una farneticante mail nella quale lo stesso intimava la sottomissione dello scrivente al suo volere pena l’inizio di una serie di condotte dirette alla “distruzione” della persona del Diego Collavino Brusutti, fatto peraltro puntualmente verificatosi. Questo il testo della mail del 20.02.2020: ”Gentile Diego Collavino Brusutti, Se lei si fosse limitato alla prima parte della mail avrei acconsentito. Ma come sa o forse non si è accorto il settore esoterico è mio. Per lei potrà esserci ancora posto se entreremo in rapporti cordiali ovvero se riconosce la mia autorità. Lei non può mettersi di minacciare me, non ne ha il potere ne ha strumenti di ricatto diversamente da me. Quindi pesi bene le parole quando si rivolge al Vicario di Cornelio. Comunque per benevolenza rimuoverò la verità su di lei non appena avrà concordato con il mio avvocato, che ci legge in copia, una non divulgazione reciproca. Lo consideri il suo giorno fortunato. Dott. Marzaduri.” (all.2)

Il Marzaduri è soggetto che millanta titoli di lauree, diplomi e specializzazioni invero mai conseguiti. E’ soggetto che per curare i propri interessi non ha esitato a trasmettere documenti falsi con intestazioni del Tribunale di Parma, della Procura di Rimini e del Tribunale di Udine (di un tanto le rispettive Procure sono state tutte notiziate perché procedano nei confronti dell’odierno querelato per le ipotesi di reato configurabili nel caso di specie).

Fermo quanto evidenziato circa l’ipotesi di calunnia, quanto ora riportato e di cui si allega copia è fatto di gravità inaudita e integra certamente il reato p. e p. dall’art. 595 c.p..

Omissis…..

Digitando il nome e cognome del sottoscritto sui principali motori di ricerca gestiti dal Marzaduri l’utente viene rimandato al sito http://www.studioesotericocornelio.com. ed una volta “cliccato” il link si aprono una serie di pagine che contengono informazioni false, fuorvianti e calunniose sulla figura dello scrivente.

Le accuse mosse dal Marzaduri nei confronti del querelante di essere un mago truffatore dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti, di essere sottoposto alla misura degli arresti domiciliari e di frequentare personaggi della malavita emiliana e romagnola (stando a quello che dice il Marzaduri) fornisce al lettore/cliente l’immagine di un soggetto dedito al crimine che agisce in danno dei propri assistiti. Di solare evidenza il carattere diffamatorio dello scritto che lede gravemente la reputazione del sottoscritto.

Sussiste anche il periculum in mora. Non può dubitarsi che il permanere del POP – OUT e delle pagine web del Marzaduri e della Cornelio LTD siano fonte di grave pregiudizio per il solo fatto che le informazioni (false) ivi contenute continuino ad essere facilmente accessibili in rete, attraverso l’impiego di un comune motore di ricerca ed il collegamento del nominativo Diego Collavino Brusutti o Ismaell al sito http://www.studioesotericocornelio.com.

Omissis……

PQM

il sottoscritto Diego Collavino Brusutti, presenta formale atto di denuncia e querela nei confronti di MARZADURI MARCO ROBERTO MARIA, per il reato di cui all’art. 595 c.p.. e/o per quant’altro

Se sei alla ricerca di nuovi documenti su esperienze o inchieste sullo Studio Esoterico Cornelio, queste pagine poterebbero soddisfare la tua curiosità.

Meglio informarsi prima che piangere poi